Studio Tecnico  algolproject   Per. Ind.  FERDINANDO GALLO -   GENOVA

QUESTO ARTICOLO E' DEDICATO ALLE SEGUENTI CATEGORIE:

1) CONSUMATORI CHE VOGLIONO ESSERE IN REGOLA CON LA LEGISLAZIONE SUGLI IMPIANTI TERMICI E CHE NON VOGLIONO AVERE SORPRESE 

2) INSTALLATORI NEL SETTORE TERMOIDRAULICO CHE CERCANO DI LAVORARE SERIAMENTE

NEL MERITO DI :

IMPIANTI DI RISCALDAMENTO


IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE INVERNALE / ESTIVA

Vi diamo una panoramica non esaustiva sulla legislazione e normativa principale da seguire in caso di intervento in impianti di riscaldamento e/o climatizzazione.

 DIRETTIVA 2010/31/UE

 La Legge 90/13 ed i decreti attuativi contenuti nel DM 26/6/15 sono l'espressione del superamento delle posizioni finora espresse dalla Legge 10/91 e del DPR 412/93.

Questa legge ha portato le seguenti novità :

1) Nuovi requisiti da rispettare relativamente ai parametri termici estivi ed invernali degli edifici.

2) Modifica alle linee guida nazionali relativamente alla Certificazione Energetica.

3) Nuovi modelli di relazione tecnica ex Legge 10/91 ora ex art. 8 D.lgs. 192/05 - Tre modelli per corrispondente classificazione delle tipologie di intervento.

La legge 90/13 non si occupa solo di impianti termici ma anche di impianti di illuminazione e di impianti di sollevamento ed è nostro presentimento che in futuro, prima o poi, tutti gli impianti visti dell'ottica del risparmio energetico saranno coinvolti.

Ai fini degli interventi in base alla citata legislazione occorre tenere presente che, senza eliminare alcuni limiti di potenza che ci erano noti (35 kW), sono stati inserite alcune soglie di riferimento oltre le quali le disposizioni sono diverse.Tali soglie sono :

- 50 kW come dall’Art. 5, comma 2, lettera g), del regolamento di cui al DM del 22 gennaio 2008, n. 37.

- Pompe di calore con potenza <= 15 kW.

Le metodologie necessarie al calcolo sono totalmente cambiate ed i risultati saranno sicuramente diversi da quelli realizzati precedentemente ; questo anche perchè la UNI 10349, che considera i dati climatici di base, è anch'essa cambiata e le UNI TS 11300 sono state aggiornate.

Si possono fare alcuni esempi relativamente agli impianti che per la maggiore sono eseguiti dagli impiantisti termoidraulici negli edifici.

Per gli impianti più complessi o che riguardano anche modifiche all'involucro edilizio occorrerà un contatto diretto.

1. Caso impianto autonomo di riscaldamento (esecuzione di nuovo impianto o sostituzione di un impianto esistente – installazione tubazioni, generatore di calore < 35 kW al focolare, corpi scaldanti).

Obbligo di presentazione in Comune della Relazione Tecnica ai sensi dell'art. 8 del D.Lgs 192/05 a firma di un Professionista abilitato nel rispetto dei parametri del D.Lgs 311 e s.m.i. - Prima dell'inizio dei lavori.

Rispetto del Regolamento Comunale (salvo eventuale deroga) sugli scarichi dei fumi.

In edifici con certificato di agibilità (non nuovi) deposito della Dichiarazione di Conformità ai sensi del D.M. 37/08 nel Comune dove ha sede l'impianto (entro 30 gg dalla fine lavori) .

2. Caso impianto autonomo di riscaldamento a gas (mera sostituzione generatore di calore < 35 kW al focolare senza modifiche all'impianto e/o allo scarico).

In edifici con certificato di agibilità (non nuovi) deposito della Dichiarazione di Conformità ai sensi del D.M. 37/08 nel Comune dove ha sede l'impianto (entro 30 gg dalla fine lavori) .

Riserva del Comune sulla richiesta della Relazione Tecnica ai sensi dell'art. 8 del D.Lgs 192/05 - nota * Questa riserva non è confermata dal Regolamento Regionale Regione Liguria 22 gennaio 2009 n°1  art. 4 comma 6 b .

3. Caso installazione impianto di climatizzazione con potenzialità superiore a 15 kW alimentante circuito di distribuzione  di fluido refrigerante/riscaldante.

Obbligo di presentazione in Comune della Relazione Tecnica ai sensi dell' art. 8 del D.Lgs 192/05 a firma di un Professionista abilitato nel rispetto dei parametri del D.Lgs 311 e s.m.i. - Prima dell'inizio dei lavori.

In edifici con certificato di agibilità (non nuovi) deposito della Dichiarazione di Conformità ai sensi del D.M. 37/08 nel Comune dove ha sede l'impianto (entro 30 gg dalla fine lavori).

4. Caso installazione impianto di climatizzazione con potenzialità pari o superiore a 15 kW alimentante circuito di distribuzione  di fluido refrigerante/riscaldante.

Obbligo di presentazione in Comune della Relazione Tecnica ai sensi dell' art. 8 del D.Lgs 192/05 a firma di un Professionista abilitato nel rispetto dei parametri del D.Lgs 311 e s.m.i. - Prima dell'inizio dei lavori.

Obbligo di progetto in base al D.M. 37/08 art. 5 comma 2 lett. f) a firma di un Professionista abilitato nel rispetto del D.M. 37/08 presentato nel Comune di installazione.

In edifici con certificato di agibilità (non nuovi) deposito della Dichiarazione di Conformità ai sensi del D.M. 37/08 nel Comune dove ha sede l'impianto (entro 30 gg dalla fine lavori) .

Il n/s studio tecnico di Libero Professionista può essere utile agli operatori termoidraulici o ad ogni altro Committente per progetti o per dirimere contenziosi in questo settore.


Vista la complessità legislativa è chiaro che ogni impianto ha un suo percorso definito , quindi, qualora non si abbia approfondita conoscenza tecnico-normativa, è comunque opportuno chiedere un parere.

E-mail  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.    

(tel.+39 010 9183542 cell. 3409053980 )